Blog News - Studio Cortorillo (Immobiliare-Condomini-CAF)

Benvenuti nel sito internet dello Studio Cortorillo. Buona navigazione!

Vai ai contenuti

Come scegliere l'amministratore di condominio

Studio Cortorillo (Immobiliare-Condomini-CAF)
Pubblicato da in CONDOMINIO · 8 Ottobre 2019
Tags: amministratorecondominiomandatoincariconomina
Amministratore_condominio
Spesso l’unica valutazione nella scelta dell’amministratore a cui affidare il proprio condominio è l’offerta economica. Però non ci rendiamo conto che valutare soltanto l’aspetto economico potrebbe essere il peggiore dei parametri da seguire per decidere la scelta dell’amministratore di condominio.
Gli amministratori non sono tutti uguali!
In realtà bisognerebbe conoscere a priori quale sia il corretto compenso per un amministratore che svolge il proprio lavoro in modo professionale, e che sia in possesso dei giusti titoli per esercitare (codificati dopo la legge di riforma del condominio n. 220/2012). Ad esempio molti amministratori improvvisati, che si qualificano come “professionisti”, ricevono l’incarico oppure il rinnovo del mandato senza essere in possesso dell’attestato di aggiornamento annuale, obbligatorio per Legge.
Pertanto un amministratore capace di gestire con competenza il condominio deve possedere un’adeguata formazione professionale, capacità organizzativa e trasparenza.
Scegliere un amministratore di condominio consiste in una attenta analisi da parte dei condòmini, perché ormai le responsabilità civili e penali che investono questo professionista sono molteplici, e le disposizioni di legge, se non interpretate correttamente o addirittura ignorate, coinvolgono anche tutti i condòmini.
L’amministratore di condominio deve essere in possesso di specifiche nozioni giuridiche, tecniche, amministrative e fiscali, indispensabili per lo svolgimento della professione.
Sono richieste competenze nella gestione contabile e fiscale, ma anche nel vigilare sulla sicurezza delle persone e delle strutture condominiali: l’amministratore ne è responsabile civilmente e penalmente, ed è tenuto a conoscere e far rispettare tutte le normative di settore. Inoltre deve essere competente anche sul trattamento dei dati sensibili per tutelare la privacy dei condòmini, inquilini e fornitori.
Il rapporto di mandato di un amministratore di condominio è basato sulla fiducia, che si istituisce se l'impegno profuso, finalizzato alla buona gestione operativa, viene verificato ed apprezzato dal condominio, nell'ottica di una reciproca soddisfazione, avendo come obiettivo il bene comune e non gli interessi dei singoli.
Molto importante è anche la capacità comunicativa e quella di ascolto, rammentando che nel rapporto condòmino-amministratore si devono considerare i rispettivi diritti e doveri, per evitare malintesi legati ad aspettative errate.
Quali sono, allora, gli elementi per avere sufficienti garanzie di affidabilità, trasparenza e professionalità?
Prima di tutto bisognerebbe sondare tramite il passaparola la reputazione del candidato amministratore, e capire la sua disponibilità e reperibilità, ovvero se è facile o meno mettersi in contatto con lui, in quali modi è possibile farlo, se ha un ufficio organizzato per ricevere i condòmini, etc....
Per accertare la trasparenza e la professionalità, invece, è necessario attuare i seguenti accorgimenti.
  1. Verificare la trasparenza nella presentazione dell'offerta economica, tramite tariffario dettagliato e presentazione dei servizi offerti.
  2. Verificare se l’amministratore è iscritto ad associazioni di categoria riconosciute dalla legge, le quali sono garanzia di professionalità e aggiornamento.
  3. Acquisire copia degli attestati di formazione base, aggiornamento annuale obbligatorio, e della polizza assicurativa professionale.
  4. Stipulare un dettagliato contratto d'incarico professionale e allegarlo al verbale di nomina.     
La professione dell’amministratore di condominio non è fatta per chi si improvvisa, ma richiede professionalità, trasparenza, impegno, e tanta pazienza!  



Facebook     Instagram     Canale_YouTube
C.F. CRTCHR90P64M082H - P.IVA 02152730566
Copyright © 2014 - 2019 | Tutti i diritti sono riservati
Studio Professionale Cortorillo di Chiara Cortorillo
STUDIO PROFESSIONALE CORTORILLO di Chiara Cortorillo | C.F. CRTCHR90P64M082H - P.IVA 02152730566 | © copyright 2014 - 2016 | Tutti i diritti sono riservati

Studio Professionale Cortorillo di Chiara Cortorillo | C.F. CRTCHR90P64M082H - P.IVA 02152730566 | Copyright © 2014 - 2020 | Tutti i diritti sono riservati

Studio Professionale Cortorillo di Chiara Cortorillo | C.F. CRTCHR90P64M082H - P.IVA 02152730566 | Copyright © 2014 - 2019
Tutti i diritti sono riservati
Studio Professionale Cortorillo di Chiara Cortorillo | C.F. CRTCHR90P64M082H - P.IVA 02152730566
Studio Professionale Cortorillo di Chiara Cortorillo | C.F. CRTCHR90P64M082H-P.IVA 02152730566
Copyright © 2014 - 2019 | Tutti i diritti sono riservati
Torna ai contenuti