Blog News - Studio Cortorillo (Immobiliare-Condomini-CAF)

Benvenuti nel sito internet dello Studio Cortorillo. Buona navigazione!

Vai ai contenuti

Nuova Imu 2020

Studio Cortorillo (Immobiliare-Condomini-CAF)
Pubblicato da in FISCO · 10 Febbraio 2020
Tags: IMUTASIIUCTARI
IMU_2020
La Legge di Bilancio 2020 ha abolito dal 1° gennaio 2020 la IUC (ad eccezione della TARI) sostituita con una nuova imposta municipale che unifica IMU e TASI. Pertanto la TASI non dovrà più essere pagata ma, di fatto, sarà ricaricata sulla nuova IMU. La nuova IMU 2020 mantiene l’esenzione già prevista per IMU e TASI per la prima casa definita come abitazione principale, e si applicherà ai possessori di beni immobili, ad eccezione dell'immobile destinato ad abitazione principale o assimilati, a meno che tale abitazione non appartenga alle categorie catastali A/1, A/8, A/9 di cui fanno parte i beni immobili di lusso.
Nessuna modifica ha interessato la base imponibile su cui verrà effettuato il calcolo dell'imposta.
Le nuove aliquote per l'Imu 2020, invece, passeranno dall'aliquota base dello 0,76 per mille allo 0,86 per mille. Però i Comuni avranno la facoltà di alzarla fino all'1,06 per mille o anche fino all'1,14 per mille (solo nel caso in cui l'incremento sia stato deciso già nel 2019). Nel caso dell'aliquota massima, quindi, il risultato finale sarà un'imposta uguale alla somma tra vecchia Imu e Tasi.
Nel corso del 2021 ci saranno alcune modifiche a questo meccanismo di accorpamento di Imu e Tasi. A decorrere dall'anno 2021, infatti, i Comuni potranno stabilire diverse aliquote solo in riferimento alle tipologie individuate con decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze.
Sono confermate le esenzioni previste per la vecchia Imu con l’eccezione di quelle per i fabbricati rurali ad uso strumentale e i fabbricati costruiti e destinati dall’impresa costruttrice alla vendita (saranno esenti dal 1° gennaio 2022 ex art. 1, co. 751, L. 160/2019)
Restano invariate le scadenze per il pagamento: entro il 16 giugno 2020 si deve versare l'acconto che corrisponde alla metà di quanto versato nel 2019, mentre entro il 16 dicembre è dovuto il versamento della seconda rata.
La legge prevede che nella rata di dicembre si effettuerà il conguaglio, in base alle aliquote risultanti dal prospetto pubblicato nel sito internet del Dipartimento delle finanze del Ministero dell'economia e delle finanze, alla data del 28 ottobre di ogni anno.
Per gli Enti non commerciali, invece, il versamento è effettuato in tre rate.
Per il versamento della nuova IMU è possibile procedere in modi diversi:
  • bollettino postale;
  • piattaforma PagoPa;
  • Modello F24.
L’accorpamento di IMU e TASI agevola soltanto gli inquilini che pagavano una parte di TASI. Il proprietario invece pagherà la nuova IMU che in molti casi porterà a maggior peso fiscale per il contribuente rispetto a prima.

Per approfondimenti CLICCA QUI



Facebook     Instagram     Canale_YouTube
C.F. CRTCHR90P64M082H - P.IVA 02152730566
Copyright © 2014 - 2019 | Tutti i diritti sono riservati
Studio Professionale Cortorillo di Chiara Cortorillo
STUDIO PROFESSIONALE CORTORILLO di Chiara Cortorillo | C.F. CRTCHR90P64M082H - P.IVA 02152730566 | © copyright 2014 - 2016 | Tutti i diritti sono riservati

Studio Professionale Cortorillo di Chiara Cortorillo | C.F. CRTCHR90P64M082H - P.IVA 02152730566 | Copyright © 2014 - 2020 | Tutti i diritti sono riservati

Studio Professionale Cortorillo di Chiara Cortorillo | C.F. CRTCHR90P64M082H - P.IVA 02152730566 | Copyright © 2014 - 2019
Tutti i diritti sono riservati
Studio Professionale Cortorillo di Chiara Cortorillo | C.F. CRTCHR90P64M082H - P.IVA 02152730566
Studio Professionale Cortorillo di Chiara Cortorillo | C.F. CRTCHR90P64M082H-P.IVA 02152730566
Copyright © 2014 - 2019 | Tutti i diritti sono riservati
Torna ai contenuti